Documenti relativi a del Vecchio Gustavo

Opere principali


Corrispondenze


Corrispondenza Antonio D'Aroma a Gustavo Del Vecchio (27-03-1954)

Lettera del 27 marzo 1954 di Antonio D'Aroma a Gustavo Del Vecchio. Alla lettera è allegato un appunto di Einaudi in cui egli concorda con Del Vecchio sul giudizio positivo da questi espresso sul prof. Luigi Amoroso per l'assegnazione di un premio all'Accademia del Lincei.
destinatario del Vecchio Gustavo
mittente D'Aroma Antonio
nome citato Amoroso Luigi


[Minuta di lettera di Ruini a Del Vecchio]

Minuta di lettera di Ruini a Gustavo Del Vecchio relativa al "...parere del CNEL sul disegno di legge per le pensioni degli artigiani...".
destinatario del Vecchio Gustavo
mittente Ruini Meuccio


Corrispondenza: Franco Modigliani a Gustavo Del Vecchio (08-10-1947)

Lettera dattiloscritta (1 pagina) di Franco Modigliani a Gustavo Del Vecchio in accompagnamento ad una sintesi del Piano per il controllo dei prezzi della carne. Nell'occasione Modigliani esprime le congratulazioni proprie e della moglie Serena per la sua nomina a Ministro.
destinatario del Vecchio Gustavo
mittente Modigliani Franco
nome citato Modigliani Serena


Manoscritti


Altri documenti


Documenti di soggetti terzi che menzionano l'Autore


Verbale della seduta della Commissione "Economica" tenuta il 26 luglio 1946 a Roma, in via Palestro 68, presso il Centro Economico per la Ricostruzione

In apertura viene riportato un elenco dei presenti alla riunione. I principali interventi che risultano a verbale sono quelli di Pesenti, Saraceno, Friggeri, Menichella e Del Vecchio, Rossi, Ragazzi. Interventi minori da parte di Foscolo, Luzzatto, Longo. La discussione viene introdotta da una relazione di Saraceno e riguarda l'utilizzazione a scopi produttivi degli aiuti U.N.R.R.A. per il secondo semestre 1946.
nome citato Menichella Donato
nome citato Pesenti Antonio M.
nome citato Saraceno Pasquale
nome citato del Vecchio Gustavo
nome citato Luzzatto Gino
nome citato Rossi Ragazzi Bruno
nome citato Longo Alfonso
nome citato Friggeri
nome citato Foscolo


Corrispondenza: Paolo Baffi a Luigi Einaudi (14-3-1945)

Baffi scrive a Einaudi di essere stato invitato dal promotore Sabatini a partecipare alla visita dei bocconiani di Roma a Einaudi, prevista per il giorno seguente. La visita, ricorda Baffi, era stata guidata fino al 1938 dall'ebreo Vittorio Del Vecchio. Con la campagna razzista il dott. Sabatini invitò "in malo modo" Del Vecchio a ritirarsi e diramò elenchi di bocconiani nei quali gli ebrei "non figuravano più" [sottolineato nell'originale, NDR]. Baffi scrive che a lui, come ad altri colleghi (Gustavo Del Vecchio, Molinari) sembra che non spetti al dott. Sabatini presentare a Einaudi i bocconiani di Roma.
destinatario Einaudi Luigi
mittente Baffi Paolo
nome citato del Vecchio Gustavo
nome citato Del Vecchio Vittorio
nome citato Molinari
nome citato Sabatini


Lettera

Menichella comunica a Bresciani Turroni che il ministro del Tesoro [Gustavo Del Vecchio, NDR] desidera essere informato dell'attività che egli svolge quale Direttore esecutivo italiano alla Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo. Per evitare l'aggravio di un ulteriore lavoro, Menichella aveva pensato in un primo tempo di trasmettere egli stesso le comunicazioni periodiche che Bresciani che gli invia. Ma, essendo possibile che Bresciani desideri scrivere al ministro in forma diversa rispetto alle comunicazioni indirizzategli personalmente, Menichella lo invita a scegliere il modo più opportuno per informare il ministro [Si veda anche la risposta di Bresciani, nella lettera del 26 marzo 1948, sintetizzata in questo fascicolo ASE].
destinatario Bresciani Turroni Costantino
mittente Menichella Donato
nome citato del Vecchio Gustavo


Lettera

Riguardo l'invito del ministro del Tesoro a tenerlo informato circa la sua attività alla Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo, Bresciani Turrroni prega Menichella di informare il ministro che al suo ritorno preparerà un rapporto sulle attività svolte a Washington. Bresciani segnala l'approvazione del prestito di 13 milioni di dollari al Cile per un progetto di sfruttamento di energia idroelettrica. Si tratta del primo prestito concesso a scopi di sviluppo. Bresciani richiama l'attenzione di Menichella su una lettera di John Mc Cloy [Presidente della Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo] in cui si afferma che la Banca è disposta a finanziare in parte le spese interne connesse ai progetti approvati. Bresciani se ne rallegra e ricorda di aver sempre insistito sulla opportunità che la Banca potesse finanziare anche una parte delle spese in moneta nazionale e non solo l'acquisto di merci estere. In una precedente conversazione con Mc Cloy, Bresciani aveva discusso sulla possibilità che la Banca finanzi l'emigrazione da certi Paesi. Rosenstein Rodan ha tracciato le linee di un progetto a tal proposito, che prevede il finanziamento delle spese di trasporto degli emigranti e finanziamento in moneta locale delle spese di mantenimento degli operai nei paesi di immigrazione per un periodo iniziale, finanziamento che coprirebbe anche l'eventuale costruzione di alloggi. Bresciani riferisce di aver parlato di questo progetto con l'ambasciatore del Venezuela, particolarmente interessato a questo tema in quanto il Paese necessita di lavoratori agricoli per il suo programma di sviluppo dell'agricoltura. Bresciani informa iniltre Menichella che il 2 aprile ripartirà per Roma dove resterà alcuni giorni. Alla lettera è allegata un estratto della lettera di Mc Cloy. Sulla lettera di Bresciani si segnala l'annotazione "Copia al dott. Baffi il 5.4.1948". Un'altra copia di questa lettera si trova in ASBI, Banca d'Italia, Studi, pratt., n. 376, fasc. 21.
destinatario Menichella Donato
mittente Bresciani Turroni Costantino
nome citato del Vecchio Gustavo
nome citato Mc Cloy John
nome citato Rosenstein Rodan Paul


Corrispondenza: Benvenuto Griziotti a Luigi Einaudi (02-12-1948)

Benvenuto Griziotti è grato a Einaudi per aver accettato di offrire il suo nome di studioso per la direzione della rivista [si tratta della "Rivista di diritto finanziario e scienza delle finanze" NDR]. Griziotti vorrebbe nel primo numero ricordare grandi figure di economisti scomparsi: Antonio de Viti de Marco, Renzo Fubini e Mario Pugliese. Griziotti pensa di affidare il necrologio di de Viti a Einaudi, quello di Fubini a Gustavo Del Vecchio [il necrologio fu poi scritto da Ernesto d'Albergo, NDR] e quello di Mario Pugliese a Ezio Vanoni. [Sulla partecipazione di Einaudi alla direzione della "Rivista di diritto finanziario e scienza delle finanze" si veda la lettera di Roffi a Griziotti del 2 dicembre 1948 in questo fascicolo; si vedano anche le lettere del 23 novembre e 26 novembre 1948 nel fascicolo Corrispondenza Varia Corda 33 fasc. 2 (II semestre 1948); in ASE le lettere sono presenti in sintesi nel fascicolo 44 di questa serie]
destinatario Einaudi Luigi
mittente Griziotti Benvenuto
nome citato Pugliese Mario
nome citato Vanoni Ezio
nome citato Fubini Renzo
nome citato de Viti de Marco Antonio
nome citato del Vecchio Gustavo


Corrispondenza: Filomena Bovet Nitti a Luigi Einaudi (09-05-1956)

La Sig.ra Filomena Bovet Nitti invia a Einaudi il programma di pubblicazione delle Opere complete di Francesco Saverio Nitti, tracciato da Gustavo Del Vecchio, con l'indicazione degli eventuali collaboratori. In allegato il programma: "I volume: "Il socialismo cattolico" e "La popolazione ed il sistema sociale" collaboratore Luigi Del Pane; II volume: La misura del valore della moneta", "L'economia degli alti salari", Il saggio sullo sconto" e "Il lavoro" - Collaboratore Federico Caffè; III volume: "La conquista della forza" e "Il capitale straniero in Italia" - Collaboratore: De Marco; IV volume: Scienza delle finanze - Collaboratore: Sergio Steve, Repaci o Parravicini; V volume: Saggi e scritti vari di economia. Iniziative economiche. Documenti - Collaboratore De Maria"; [Il piano dell'opera dell'Edizione nazionale delle opere di Francesco Saverio Nitti, presenta delle differenze significative rispetto all'idea di Del Vecchio. Tra i possibili collaboratori identificati da Del Vecchio, solo Federico Caffè e Domenico De Marco collaborarono effettivamente all'opera, curando rispettivamente il vol. II ed il vol. III degli "Scritti di economia e finanza". Sergio Steve, Repaci, Parravicini e De Maria non presero parte al progetto. Inoltre l' "Edizione nazionale" risulta più articolata di quanto previsto originariamente, e comprende anche gli scritti politici di Nitti, NDR].
destinatario Einaudi Luigi
nome citato Nitti Francesco Saverio
nome citato Nitti Bovet Filomena
nome citato del Vecchio Gustavo


Cronache economiche di Trieste

Gino Luzzatto si fa promotore della pubblicazione per i tipi della Laterza di un volume di scritti sulle vicende economiche di Trieste dall'armistizio al 1924 del professore suo amico Gustavo Del Vecchio. Luzzatto ha già preso visione degli scritti che il prof. Del Vecchio intenderebbe raccogliere ed assicura Giovanni Laterza sulla loro qualità: "sono quanto di meglio si sia stampato su tale materia e costituiscono fra loro un tutto organico che non presenta il solito inconveniente delle raccolte di articoli". Luzzatto ritiene che "per l'interesse dell'argomento e la notorietà dell'autore una tiratura modesta avrebbe esito sicuro". Il titolo della raccolta sarebbe "Cronache economiche di Trieste (1918-1923)" ed in tutto raccoglierebbe quattro articoli. Gustavo Del Vecchio aveva già pubblicato "La depressione attuale dell'economia triestina" a Trieste per i tipi di C.U.Trani nel 1923 e avrebbe pubblicato "Cronache della lira in Pace e in Guerra" a Milano per Treves e a Roma per la Treccani nel 1932. Nessuna sua opera fu invece pubblicata per la Laterza in questi anni.
destinatario Laterza Giovanni
mittente Luzzatto Gino
nome citato del Vecchio Gustavo