Fondi conservati presso l'Istituto:

Cesarea Regia Intendenza Commerciale per il Litorale in Trieste 1748-1776

L'Intendenza Commerciale venne istituita nel 1731 quale organo amministrativo del Litorale austriaco in materia commerciale, ma senza una vera e propria struttura in Trieste. Appena nel 1748 si ha un capitano e Intendente stabile in Trieste. Le sue mansioni furono successivamente precisate dalle patenti sovrane del 29 novembre 1749, del 28 giugno 1751 e del 29 dicembre 1752. Con quest'ultima, l'Intendenza veniva a configurarsi quale rappresentanza provinciale, simile alle altre province dell'Impero. L'Intendente veniva affiancato da un Consiglio, formato dai rappresentanti di Commissioni alle quali erano affidati i vari rami dell'amministrazione. Esse hanno caratterizzato perciò la disposizione degli atti d'archivio nelle suddivisioni in rubriche, e cioè rubr. I Pubblico-politico, II Commerciale, III Economica, IV militare, oltre ad altre competenze giudiziarie ed ecclesiastiche. Di particolare rilevanza economica sono le carte di Giuseppe Pasquale Ricci, di origine livornese, attivo funzionario governativo trasferitosi nel 1750 a Trieste dove ricopre diverse cariche in seno all'Intendenza Commerciale durante tutta la seconda metà del XVIII secolo.

Cesareo Regio Governo per il Litorale in Trieste

Il Cesareo Regio Governo per il Litorale in Trieste viene istituito nel 1776 quale organo successore dell'Intendenza Commerciale, in seguito ad operazioni di concentrazione amministrativa presso i dicasteri aulici di Vienna. La sua competenza era inizialmente circoscritta al territorio del vecchio comune triestino, in seguito al distacco dal Litorale austriaco di Aquileia, Fiume, Buccari, Portorè, Segna e Carlopago. Dal 1783 al 1791 vennero annesse al C.R. Governo le contee di Gorizia e Gradisca quale organo amministrativo provinciale per il Litorale austriaco. Nel 1804 ebbe giurisdizione anche sull'Istria ex-veneta. Nel 1797 e nel 1806 la sua attività fu interrotta da due brevi occupazioni francesi, mentre nel 1809 essa venne meno con la terza occupazione delle truppe napoleoniche che portò all'inserimento di Trieste nell'Impero assegnandola alle Province Illiriche. La competenza del C.R. Governo era quanto mai ampia. In particolare aveva poteri di controllo su commercio e navigazione, oltre che su un ampio spettro di affari amministrativi e di polizia. Inoltre ad esso erano subordinati tutti i consoli austriaci del Ponente. Nello stesso inventario sono comprese le carte relative alle Province Illiriche (1809-1813). Il fondo, oltre a comprende anche diverso materiale relativo agli Atti amministrativi di Gorizia e dell'Istria, conserva documenti relativi a Giuseppe Pasquale Ricci.