Fondi conservati presso l'Istituto:

Zanotti Bianco Umberto

Il fondo arrivò all'ANIMI dopo la morte di Umberto Zanotti Bianco nel 1963 e fu riordinato nel 1981. Una parte delle carte di Zanotti Bianco era a Reggio Calabria presso la sede dell'Ufficio ANIMI. Il 2 maggio 1974 l'ingegner Angelo Villa, in rappresentanza dell'ANIMI consegnò alla Biblioteca Comunale di Reggio Calabria i volumi conservati nella biblioteca della sede reggina dell'Associazione. Insieme ai volumi consegnò anche il materiale archivistico rimasto a Reggio Calabria, le cosiddette "Carte Zanotti"; la maggior parte dell'archivio custodito a Reggio era stata, infatti, trasferita a Roma a Palazzo Taverna dallo stesso Zanotti Bianco, quando egli si accinse a redigere il volume sul cinquantennio di attività dell'Associazione pubblicato nel 1960. Il materiale trasferito, costituito prevalentemente da corrispondenza, è stato ordinato nel 1981 insieme al resto delle sue carte private. Al fine di riunire la documentazione lasciata alla Biblioteca Comunale di Reggio Calabria con quella ordinata e custodita nella sua sede di Roma, l'Associazione Nazionale per il Mezzogiorno d'Italia ha chiesto ed ottenuto, nel 1994, di poter avere almeno le fotocopie dei documenti. Nel lavoro di ordinamento di quest'ultimo materiale si è cercato di mantenere ove possibile i criteri seguiti nell'ordinamento del 1981. Il materiale fotografico dell'archivio U. Zanotti Bianco è stato ordinato nel 1995, tra 2003 e 2004 è avvenuta la digitalizzazione delle fotografie. Tra il 2004 e il 2005 il fondo è stato inventariato e redatta la base dati su software Gea e sono stati digitalizzati i documenti riguardanti l'attività parlamentare nell'ambito del progetto "Archivi on line", finanziato dal Senato della Repubblica. Nel 2006 con il contributo finanziario della Cariplo sono state redatte le schede descrittive delle fotografie e ad esse sono stati associati i relativi files immagine. Nello stesso anno sono stati ritrovati alcuni fascicoli appartenenti al fondo separati dal resto delle carte di Zanotti Bianco forse per motivi di studio o per essere utilizzati durante la redazione di pubblicazioni. Quest'ultima parte è stata riordinata e integrata nel fondo nella prima metà del 2007 con il contributo finanziario della Cariplo. In parte depositato dallo stesso Zanotti Bianco nel 1960, il resto acquisito dopo la sua morte nel 1963 è proprietà dell'ANIMI. Il fondo documenta la vita privata e le varie attività di Umberto Zanotti Bianco: gli studi e gli scavi archeologici, i suoi rapporti con personalità tra le più varie e rappresentative del Novecento, le attività in campo sociale in seno all'Associazione nazionale per gli interessi del Mezzogiorno d'Italia, all'associazione Italia Nostra, e alla Croce rossa italiana; l'opera a difesa delle nazionalità oppresse, i rapporti con gli esuli russi a Capri, l'attività politica come antifascista e quella parlamentare dal 1952 alla morte in qualità di Senatore a vita della Repubblica Italiana. L'archivio è costituito prevalentemente da corrispondenza, diari, appunti, materiale di studio, manoscritti e bozze di stampa, fotografie. Si trova qui molta della documentazione contabile riguardante la Società Magna Grecia. Le carte ottenute in fotocopia dalla biblioteca comunale di Reggio Calabria sono costituite in gran parte da corrispondenza, ma sono presenti anche memorie, note, fatture e ricevute contabili, ritagli di giornale. Gli estremi cronologici della documentazione arrivata da Reggio Calabria vanno dal 1897 al 1939, il nucleo più cospicuo è quello del periodo 1912-1917 e del 1922. Il fondo è articolato in due sezioni, A e B. Nella prima sono contenute serie tipologiche: Corrispondenza, Diari e quaderni, Fotografie, Manoscritti, Miscellanea, Ritagli di stampa, Scritti di autori vari. Nella sezione B la documentazione è ordinata secondo le attività di Umberto Zanotti Bianco e le istituzioni nelle quali si svolgevano, le serie sono: Italia Nostra, Croce rossa italiana, Associazione nazionale per il restauro dei monumenti danneggiati dalla guerra, Accademia nazionale dei Lincei, Politica delle nazionalità, Collezione Meridionale, Studi sul Mezzogiorno d'Italia, ANIMI, Missione umanitaria in Russia, Attività politica e parlamentare, Società Magna Grecia. sezione A: Serie per tipologie documentarie, 1878 - 1963; 1.Corrispondenza, 1905 - 1963 - Corrispondenza in ordine alfabetico del corrispondente, 1905 - 1963 - Corrispondenza costituita con criteri diversi, 1907 - 1963 - "Corrispondenza personale in ordine cronologico", 1914 - 1963 - Corrispondenza in ordine di arrivo, 1922 - 1925; 2. Diari e quaderni, 1904 - 1963; 3. Fotografie, 1878 - 1963 - Fotografie di carattere personale, 1878 - [1963] - Fotografie relative ad archeologia e arte, [tra il 1898] - [e il 1963] - Fotografie relative ad attività sociali e umanitarie, [1908]- 1963; 4. Miscellanea, 1905 - 1942; 5. Ritagli di stampa, [1902] - 1963; 6. Scritti di autori vari, [post 1918] - 1963 sezione B: Serie per ambito di attività, 1890 - 1963; 1. ANIMI, [1910] - 1963; 2. Studi sul Mezzogiorno d'Italia, [1900]- 1944; 3. Politica delle nazionalità, 1914 - 1921; 4. Missione umanitaria in Russia, 1920 - 1924; 5. Società Magna Grecia, 1920 - 1963; 6. Accademia nazionale dei Lincei, 1930 - 1960; 7. Collezione Meridionale, 1927 - 1963; 8. Croce rossa italiana, 1944 - 1955; 9. Associazione nazionale per il restauro dei monumenti danneggiati dalla guerra, 1944 - 1957; 10. Attività politica e parlamentare, 1944 - 1963; 11. Italia Nostra, 1954 - 1963. (Fonte: www.archividelnovecento.it)