Commissione per l'Archivio Storico degli Economisti. La Società Italiana degli Economisti ha nominato una Commissione per l'Archivio Storico, che ha il compito del coordinamento scientifico-organizzativo dell'iniziativa. La Commissione è attualmente costituita da Pier Francesco Asso, Pierluigi Ciocca, Domenico da Empoli, Riccardo Faucci, Daniela Parisi, Pier Luigi Porta e Lilia Costabile (con il ruolo di coordinatrice). In precedenza, vi hanno anche partecipato Cristina Marcuzzo, Aldo Montesano, Cosimo Perrotta, Alessandro Roncaglia, Amedeo Amato ed Alberto Quadrio Curzio.

Unità di ricerca locali. Si è realizzata una rete estesa di Unità di Ricerca regionali. In ciascuna, un coordinatore ha il compito di promuovere la raccolta di informazioni sulle fonti regionali di manoscritti ed il loro trasferimento sul supporto informatico. È evidente l'importanza e la delicatezza del ruolo dei coordinatori regionali, cui spetta la responsabilità di ultima istanza del lavoro svolto dai rispettivi gruppi regionali e del contenuto delle schede elettroniche. Il gruppo dei coordinatori regionali è stato selezionato in modo da includere economisti (alcuni con competenze di finanza pubblica), storici, e storici del pensiero economico, con lo scopo di realizzare una miscela di competenze interdisciplinari.

Gruppo di coordinamento archivistico-informatico. Nella fase iniziale del progetto, un gruppo di coordinamento archivistico-informatico è stato istituito presso la coordinatrice scientifica del progetto. Questo gruppo includeva competenze archivistiche, competenze biblioteconomiche ed informatiche. Due bibliotecarie dell’allora Dipartimento di Scienze Economiche e Sociali (oggi Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche) dell'Università di Napoli Federico II, la dott.ssa Gabriella Muccione e la dott.ssa Rita Di Vicino, hanno contribuito ad alcuni di questi compiti di coordinamento.
L’attività di coordinamento ha operato come segue. In una prima fase, sono stati elaborati i criteri archivistici di raccolta delle informazioni. Tale elaborazione, necessaria anche per "raccordare" il software alle specifiche esigenze della nostra ricerca, è dovuta alla dott.ssa Silvana Musella, in collaborazione con la coordinatrice del progetto. Ne è scaturita una Guida, contenente dettagliate istruzioni per la raccolta delle informazioni ed il loro trasferimento su supporto digitale.

L’attività di coordinamento, oggi svolta dalla dott.ssa Valentina Gambardella, serve ad assistere i ricercatori sul campo. L'obiettivo è duplice: si tratta da un lato di rispondere alle richieste di chiarimento dei ricercatori, nella fase di apprendimento della tecnica informatico-archivistica; dall'altro di emendare le singole banche dati parziali, provenienti dai gruppi locali, dagli errori di tipo sia informatico che archivistico, e di completare con le indicazioni mancanti, quando è possibile. In alcuni casi, esse vengono rispedite ai rispettivi autori per ulteriori correzioni, mentre in altri si procede direttamente alla loro immissione in rete.